mercoledì 29 giugno 2011

Basta chiedere: le Olive sotto il limone

Si lo so.
Lo so che avevo promesso di parlare di detersivi, tamburi roteanti, panni puzzolenti, corde e stendini cigolanti, piastre di ferro roventi.

Ma voi non avete caldo?


Insomma ragazze e ragazzi, a me in questo periodo la voglia di sistemare il bucato è calata vertiginosamente (se mai ce l'avessi avuta alta), e così ho deciso di spedire la mia cesta del bucato alla suocera (santa subito!)
Sento già le voci della rivolta: ma come, alla faccia della Casalinga Improvvisata che ci suggeriva "come sopravvivere con stile nella giungla moderna"!!! calmi calmi, è una soluzione d'emergenza! d'altronde che volete: ognuno ha le sue debolezze.E chi è senza peccato, scagli il primo calzino appallottolato!

Sia nella vita reale iche n quella virtuale, ho  dunque accantonato il bucato alla prossima settimana, durante la quale vi tedierò con questi fastidiosi, seppur utili, discorsi.

Oggi invece voglio aprofitto per sdebitarmi di un piacevole debito d'ospitalità...la perfetta padrona di casa in questione è una testolina riccioluta di incredibile simpatia, e lapalissiano talento culinario e fotografico: la spettacolare Juls, di Juls kitchen, vulcano di energia e sempre pronta a fare/scrivere/fotografare o pianificare qualcosa di bello, creativo e mangereccio! =)

Come quando, un paio di settimane fa ha organizzato una bellissima merenda nella sua cascina, nel cuore della Valle degli Orti (leggi: campagna toscana di una bellezza così mozzafiato, ordinata e composta da sembrare un set cinematografico, piuttosto che un luogo reale)

La merenda in questione è stata divertentissima, ed essendo un raduno di foodies c'era da mangiare ogni ben di Dio! =)
In quell'occasione ho avuto il piacere di conoscere personalmente, oltre che a Juls (ebbene sì, la nostra era una "passione" virtuale! =) anche Marzia, Katia e la sua adorabile famiglia, Francesca che è appena partita per Londra, e non si sa se torna, Marianna, col suo umorismo contagioso, Gaia e il mitico Brontolo, e la nostra condivisa passione per HP...insomma, ce n'era per tutti i gusti, anche nel senso letterale del termine!!



Lo spirito della giornata era infatti foodie-oriented, ognuno di noi aveva dunque cucinato qualcosa, da condividere e degustare con gli altri!

Pur non essendo prettamente una food blogger, mi diletto anch'io in cucina, e in quel giorno ho contribuito con delle cose semplici, schiette, sapori come diciamo noi "puri" cioè fatti con pochissimi ingredienti base, così tipici della cucina della mia Sardegna, una cucina essenziale ma piena di sapore: patata hìn vrughe, una bottiglia di mirto, e olive sotto il limone.

A quanto pare queste ultime, dallo strano nome inventato da mia sorella Benny,  sono state particolarmente gradite nientepopodimenochè dal Signor Scarpaleggia in persona, il mitico Kitchen Senior!! =)

per lui dunque, e per la sua adorabile figliòla,  pubblico questa ricetta:



Olive sotto il limone (ricetta di mamma Franca)

-2 Kg di olive a piena maturazione (io ho usato la varietà "Nera di Oliena")
-150 gr di sale grosso
-2 limoni tagliati a fettine
-10 gr di semi di finocchio
-4 foglie di alloro
-2 spicchi d'aglio
-chiodi di garofano

Mettere tutti gli ingredienti in un grosso vaso di vetro, della capienza di almeno 4 Kg, dotato di tappo a vite (io il mio l'ho preso in ferramenta!)
Chiudere il vaso, e scuoterlo energicamente due volte al giorno, per 30 giorni.
Alla fine del mese, le olive saranno rinsecchite, private dal loro liquido amarognolo (s'abba hàstra, in olianese) grazie all'azione del sale, e saporitissime, grazie all'osmosi con le essenze degli aromi.
A questo punto, tolglierle dal vaso e stenderle, così come sono, ad asciugare per una giornata in una teglia ricoperta di carta assorbente.
Quando il liquido che ne copre la buccia si sarà asciugato, occorrerà ungere le olive, massaggiandole con olio extra-vergine (ci si "bagna le mani con l'olio e lo si "spalma" sulle olive, prendendole nel pugno chiuso) per poi chiuderle nei barattoli di vetro.

Si consumano dopo 1 mese di insaporimento.

Enjoy!

Giusy



3 commenti:

  1. belleeeee... boneeeeeeeee... e grazie del link, è stato davvero un bel pomeriggio e mi ha fatto piacerissimo conoscerti!

    RispondiElimina
  2. Casalinghe!!!ma lo sapevate che ad EC quest'anno avremo 12 foodblogger come ospiti?!non so se ve lo avevo detto cmq..di seguito qualche link interessante..

    http://www.fragoleamerenda.blogspot.com/

    http://www.peperoniepatate.com/

    http://www.nelpaesedellestoviglie.com/

    Martolda
    (http://www.flickr.com/photos/martolda/)

    RispondiElimina
  3. Ciao Giusy, anche se è il 15 settembre...fa ancora caldo :-( !!!
    Ma passerà vero? Perché io non sono la superwoman che credi, e co 'sto caldo, sto a schiattà !!!
    Ahimè non ho nessun segreto, anzi...oggi che sono in pieno ciclo, sono un rottame anch'io ;-)
    Per fortuna, domani è un altro giorno e...passerà !
    Positive thinking e grazie di cuore per il commento.
    Ciao, e°*°

    Ps: io adooooooooooro le olive, e pure il limone, ma quando ho provato a fare le schiacciatelle...bleahhhhh...pessimo risultato!
    Brava tuuuuuuu!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...