venerdì 23 novembre 2012

Tempo di rinascita


Alzi la mano chi non ama l’Autunno!





Certo, magari è un po’ più piacevole  all’inizio, questo si ve lo concedo, e non ora a stagione inoltrata; mentre vi scrivo c’è un nebbione fuori dalla finestra che ha ingoiato case, luci e strade, rendendo tutto ovattato e pervaso da una balugine rossastra..insomma, un bel set da fil dell’orrore!
Ma come fare a non amare questa stagione, sopratutto dopo tutti quei mesi di siccità estiva? Sarà che, benchè sarda, non sono mai stata troppo una “tipa da spiaggia”; non fraintendetemi, amo il mare della mia stupenda isola e anzi, ora che ci vivo così lontana mi manca incredibilmente. Ma, a parte gli anni dell’infanzia durante i quali ogni estate affittavamo un piccolo appartamento, non ho più avuto occasione di viverlo da vicino.
Troppo vicini per sprecare in quel modo i soldi della retta, preferivamo andar giù in auto per trascorrere le giornate tra spiaggia e pineta, ma trovandoci costretti a ripartire alla volta di casa prima di cena, proprio quando le spiagge e i paesi attigui si illuminavano di falò, di luci, di serate piene di vita.
Insomma, ho sempre vissuto l’estate con una lieve sensazione malinconica di solitudine, perché mentre tutti i miei amici andavano alla “casa al mare” io mi ritrovavo in paese, a sognare le spiagge e tutti quei posti del mondo nei quali, secondo me, in quel momento stava succedendo qualcosa, in contrapposizione alla sonnacchiosa immobilità del mio paesello.
O almeno, così pensavo allora.



Ed ecco infine, le prime piogge che rinfrescavano l’aria. Era una festa! La fine del troppo caldo e finalmente la scuola ancora, gli amici, le uscite, le gite, la vita che riprendeva a scorrere regolare dopo un afoso letargo.
Naturalmente, dopo la mia adolescenza niente è andato più in quel modo, ma mi è rimasta comunque una sottile predilezione per l’Autunno, che mi fa automaticamente pensare all’intimità, ad una casa piena di amici, alle abitudini che riprendono il loro calmo e tranquillizzante corso.
A Montone, un piaccolo paese in provincia di Perugia, c’è una magnifica mostra-mercato che si svolge ogni anno a ridosso di Ognissanti; si chiama la “Festa del Bosco” ed è l’apoteosi dell’autunnalità . Vi consiglio caldamente di andare a farci un giro, qualora capitaste in zona nel periodo; chissà che non riusciate anche a voi a riconciliarvi con questa magnifica stagione di “rinascita” !!



Ah. Potevamo onorare la stagione della “rinascita” senza munirci di un look nuovo di zecca?
No, appunto.



Fateci sapere se vi piace!
Un abbraccio,
Giusy

1 commento:

  1. cara socia... come puoi immaginare, io preferisco l'estate!!!
    viola

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...