domenica 8 maggio 2011

Cambio dell'armadio: un gioco da ragazze!

Il caro vecchio Barbanera nell’ultimo mese ha perso i colpi, altro che marzo pazzerello… è stato aprile ad essere il vero matto impallato! Erano passati appena due giorni dal suo avvio che gli strilloni dei tg della nostra “splendida” tv generalista già allarmavano sull’incredibile ondata di caldo. Tempo di risfoderare magliette rigate a causa del sottovuoto invernale e accantonare i collant che mi sono presa un’influenza memorabile.
Ė poi tornato il freddo, e giù riprendi i collant, la sciarpetta fissa al mio collo come il cappio a quello dei banditi di Robin Hood, le All Star di tela che si inzuppano sotto le inaspettate piogge primaverili e via dicendo… Qualcun altro, che forse era amico di Barbanera, diceva che una rondine non fa primavera, ma visto che qui le mezze stagioni non esistono più (e non ditemi che è un luogo comune perché vi mando il conto della farmacia) e le rondini hanno perso il senso dell’orientamento ho finalmente deciso, in totale autonomia, che il cambio dell’armadio s’aveva da fare!
E così, in questo fine settimana, mi sono avventurata in questa faticosa seppur a mio avviso divertente sfida. Un’operazione che in tanti odiano ma che invece a me rilassa e rigenera la mente. Un po’ come chi, a capodanno, butta dalla finestra vecchie cose, io ad ogni cambio elimino qualcosa. Sono finiti i tempi di quando conservavo abiti improbabili o datati ripetendomi: “dai questo lo tengo se dovessi dimagrire e tornare ad avere il fisico di quando ho fatto la Comunione; questi ciclisti li potrei tenere per carnevale; carine queste giacche con le spalline, magari chissà le rimetto, Lady Gaga ce l’ha; peccato… questo maglione ha un buco, lo terrò per stare in casa…”. Basta con tutte queste scuse, la parola d’ordine è: RINNOVARE!
E allora eccomi davanti al mio splendido armadio verde acqua che ha costruito su misura (la mia) Loris, armata di… santa pazienza! Per prima cosa ho tolto tutti gli indumenti pesanti, li ho piegati per bene, e poi messi in capienti sacche trasparenti che ho portato a casa dei miei genitori, perché da me, come avrete capito… lo spazio è un optional.
Di conseguenza ho portato tutte le mie cose primaverili ed estive (lo step canotte ci sarà tra una ventina di giorni) nella casa al castello. Ho aperto con cura le buste e ho disposto sopra il letto tutti i capi suddivisi per categoria: camice, magliette a manica lunga, magliette a maniche a ¾ e a maniche corte, pantaloni lunghi, leggins, gonne lunghe e corte, vestitini e giacchetti primaverili. Li ho quindi stampellati e poi rimessi all’interno dell’armadio in ordine, partendo dal più pesante al più leggero, con un’ulteriore catalogazione: il colore! E certo se ci sono due camicie bianche ed entrambe a manica lunga devono stare vicine… per un onesto colpo d’occhio cromatico!
Ebbene vi ho confidato questa mia incredibile fissazione… che però non dura tutta la stagione perché poi ne subentra un’altra, altrettanto preoccupante: mettere in fondo alla fila le ultime cose messe per evitare di vestirmi sempre nello stesso modo (anche se i must ci sono sempre, leggi: maglia nera coi bottoni o giacca di pelle!).
Follia, forse… ma ricordatevi sempre che c’è chi acquista profumi per non usarli…

Viola

5 commenti:

  1. Le Casalinghe sono tornate più scoppiettanti che mai! =)
    Vi, rido ancora nell'immaginarti abbigliata alla Lady Gaga...=)

    Giusy

    RispondiElimina
  2. ahahah!!bellissimo sto post..sto ancora ridendo.. :) marta

    RispondiElimina
  3. Carissime...ieri la Martolda in assenza del nostro shark ha letto a voce alta questo fantastico ed esilarante post di Viola...non vi dico poi quando ha attaccatto con tutto il suo donca de Pont San Giovanni a leggere quello delle torte de Pasqua!!! Uno spasso...siete grandi!
    Simo

    RispondiElimina
  4. @Simo
    ma tesoro, grazie mille! =)
    Che bello immaginarvi riunite nell'antro a ridere con noi! Dai, siamo riuscite a portare la luce...anche da scappate! =P
    Giusy

    RispondiElimina
  5. Grandi ragazze,
    continuate a seguirci e a commentarci,
    le risate (e i consigli) non finiscono qui...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...