lunedì 11 aprile 2011

Lode al valido aiutante!


Dovete assentarvi alcuni giorni da casa, ma non ve la sentite perché avete paura che al vostro rientro possiate trovarvi catapultate in una giungla fatta di calzini dimenticati in ogni dove e impronte infangate che decorano il vostro adorato parquet?

Mie care amiche vi compatisco! Però posso darvi qualche consiglio per non ritrovare cattive sorprese e godervi alla grande la vostra permanenza fuori casa, come ho fatto io in questi giorni a Barcellona.




















Il primo punto da affrontare è che il vostro valido aiutante (il vostro partner si intende) poi così valido non è! Ho capito che possa essere disordinato (ci sono vari livelli di pericolo), che possa essere abituato troppo bene con una mamma-chioccia-colf, che venga da una realtà fatta di collaboratrici domestiche (bene, allora cosa aspetti a chiamarne una per casa nostra?) o che, peggio ancora, si nasconda dietro pregiudizi medievali del tipo “uomo sono… non pulisco!”, ma nessuna di queste è una valida giustificazione!

E soprattutto l’ultima è sicuramente la situazione più difficile da affrontare, ma sulla quale si può certamente lavorare. Ormai, in un calendario che ci ricorda di essere arrivati al 2011, è infatti inconcepibile ricevere certe risposte, i ruoli si compensano e devono essere esattamente interscambiabili. Del resto quando ci troviamo ad affrontare la rampa di scale che ci apre le porte dell’appartamento al terzo piano, cariche di buste della spesa e casse d’acqua, difficilmente abbiamo modo di rivendicare il nostro essere delle “femminucce”. 

In ogni caso devo ammettere di essere molto fortunata: al mio rientro da Barcellona non solo ho trovato la casa splendente, ma addirittura super profumata. Loris ha invocato la bacchetta magica di mastro ChanteClair! Un mito, il classico uomo che tutte le donne vorrebbero.
Ma alt! Non è tutto oro quel che luccica, quindi anche voi amiche avete delle possibilità! Nella quotidianità, infatti, le nostre litigate sono perlopiù legate al suo disordine, al suo “illogico” approccio con gli equilibri casalinghi. Mi dici perché non richiudi i cassetti? Non fumare al bagno sennò gli asciugamani dopo puzzano… le scarpe tanto che ci sei rimettile a posto. Loris non usare la spugnetta dei piatti per pulire il davanzale e ancora, odio che appoggi le cose “non alimentari” sopra il piano della cucina… Insomma, nessuno è perfetto.
 
In questa settimana di distacco Loris si è goduto la pace che regna nel suo disordine. Per 6 lunghissimi giorni non si è preoccupato di rifare il letto, di pulire i posacenere, di chiudere i cassetti e di ripiegare maglie e canottiere. Ma quando sono tornata non c’era traccia alcuna di questa babilonia!
Quindi amiche non perdete la speranza, anche il più disordinato degli uomini potrà un giorno capire quanto sia indispensabile la collaborazione domestica!
Per concludere vi riporto parte di un sms che ho ricevuto mentre ero in terra spagnola: “…mi mancano i tuoi rimproveri!”. Dio esiste!

Viola

6 commenti:

  1. CHE CARINOOO!!!
    ..e più di tutto per il messaggino!
    POLLICI IN ALTO PER LORIS!
    ;)

    RispondiElimina
  2. Violi, che dolce..carinissimo l'articolo!!complimenti :-)e bravo Loris che ti ha fatto trovare tutto a posto! bacio.
    VALE

    RispondiElimina
  3. Eh eh ragazze,
    spero per voi che abbiate un valido aiutante in casa!
    Altrimenti insistete affinchè lo diventi!!!
    Viola

    RispondiElimina
  4. da quello che si sente, sembra quasi che il valido aiutante, sia in realtà un orco delle foreste celtiche, che in assenza della "signora", trasformi la casa nella palude di Shrek.. il suo segreto in realtà è:..
    vi piacerebbe per migliorare il blog!?..
    nemmeno dietro tortura!!!..
    il valido aiutante
    Loris

    RispondiElimina
  5. @Loris: sei una malefico, aiutaciiiiiiiiii!!!
    @lerocherhotel: grazie! passa a trovarci ancora! =)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...